• PALINURO

A Palinuro, mito e natura si incontrano. La roccia del promontorio precipita in un mare di da Bandiera Blu d’Europa. Quel mare dove cadde di notte lo sfortunato nocchiero di Enea, Palinuro, tradito dal Dio Sonno. LA costa del promontorio di Capo Palinuro è un susseguirsi di calette, cavità e baie.

Lo spettacolare effetto di rifrazione, generato dalla luce del sole che filtra all’interno della cavità, conferisce all’acqua una trasparente tonalità turchese e illumina le pareti rocciose ricche di colate alabastriche e colonne di stalattiti e stalagmiti. La Grotta Azzurra è l’attrazione maggiore del promontorio di Palinuro. Vi si entra con barche piccole, meglio se dotate di motore elettrico.

E’ un centro turistico consolidato, divenuto famoso per la presenza del Club Mèditerranée.  A pochi metri dalla foce del fiume Mingardo troviamo l‘Arco Naturale.

Palinuro è una graziosa località situata alle falde dell’omonimo monte conosciuta per le sue bellezze naturali già da Virgiliocapo-palinuro

Capo Palinuro può vantare antichi insediamenti umani le cui tombe sono databili intorno al VI sec. a.C. e i reperti trovati indicano la presenza di una colonia greca.
La sua storia è legata alla storia della città della Molpa, di cui restano due ruderi: il castello e la chiesa parrocchiale di San Giuliano, risalente al 1100.

La cittadina è nota soprattutto per la bellezza della sua costa, ricca di torri e grotte, per la limpidezza del mare, e per il faro, (sede della stazione meteorologica), posto a picco sul mare e poco distante dalla torre del Fortino quest’ultimo visitabile ma in stato di abbandono ma non per questo meno affascinante; difatti dalla sua sommità si può godere di uno splendido panorama.

Da visitare il palazzo baronale Rinaldi. Nel 1814 vi dimorò il re di Napoli (cognato di Napoleone) Gioacchino Murat e non può mancare una visita all’Antiquarium, che espone reperti di una necropoli del VI sec. a.C.

Infine consigliamo la visita all’Arco naturale, un enorme arco di roccia che si protende verso il mare, ed alla piccola baia alle sue spalle.

Dal porto partono regolarmente visite guidate in barca alla grotta Azzurra ed alla costa.

Distanza: 13 Km, 15 minuti circa.